« Vai al sito CNGEI

CNGEI Spinea

Giovani, impegno, storia

WTD 2020

140 scout, dagli 8 ai 19 anni, provenienti dalla Sezione CNGEI (associazione scout laica) e dal Gruppo AGESCI (associazione scout cattolica) – unite nella Federazione Italiana dello Scautismo (FIS) -, si sono trovati oggi al Parco Nuove Gemme di Spinea per festeggiare con giochi e attività la Giornata Mondiale del Pensiero, insieme a milioni di altri scout in tutto il mondo.

La Giornata Mondiale del Pensiero è la giornata in cui le Guide e gli Scout di tutto il mondo festeggiano l’amicizia internazionale e si impegnano a raccogliere fondi per realizzare progetti e programmi che coinvolgono 10 milioni di ragazze e giovani donne in tutto il mondo. Questa si celebra ogni 22 febbraio, nella ricorrenza dei compleanni di Lord Baden-Powell, fondatore del Movimento Scout, e di sua moglie Olave, la Capo Guida Mondiale.

I ragazzi e le ragazze, quest’anno, con delle attività proposte da WAGGGS (World Association of Girl Guides and Girl Scouts – Associazione mondiale guide ed esploratrici) si sono impegnati e hanno immaginato come costruire un futuro di diversità, equità e inclusione: partendo dall’esplorazione del mondo nella sua diversità, osservato dalla prospettiva degli altri, incoraggiamo l’inclusione e l’equità.

“Noi Scout e Guide, noi esseri umani tutti, siamo quei fili così diversi eppure tutti dello stesso valore, quei fili che intrecciati costruiscono insieme un progetto grande, forte, consapevole, fatto di accoglienza, di ascolto, di inclusione, di attenzione all’altro. Questa Giornata del Pensiero ci dà la possibilità di dimostrare ancora una volta che un altro mondo è possibile, un mondo in cui la diversità non costituisce un ostacolo ma è, piuttosto, una grande risorsa.”

Gli scout crescono fin da piccoli nella consapevolezza di essere parte di un Movimento mondiale ricco di valori, forte della fratellanza internazionale, che li rende capaci di pensare, lottare e agire perché tutti possano sentirsi liberi e uguali e questo evento vuole renderli ancora più consapevoli di poter contribuire a liberare le nostre realtà dall’egoismo, dall’odio, dalla paura, dall’indifferenza.

Vogliamo, infine, promuovere l’effetto moltiplicatore di cui gli scout sono capaci, perché la nostra voce e le nostre azioni possano arrivare lontano e contribuire, con la voce e le azioni delle nostre sorelle e dei nostri fratelli vicini e lontani, a gettare le basi di un mondo accogliente, in cui la diversità sia realmente vissuta come una ricchezza e vogliamo farlo a partire da noi stessi e dalle nostre comunità, per realizzare un mondo basato sull’eguaglianza e sull’equità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: